Firenze

Lo scorso 21 Febbraio sono andata a Firenze per la prima volta in vita mia.
La stragrande maggioranza delle persone che conosco c’è stata in gita con la scuola, e in effetti durante il terzo anno di liceo la mia classe andò in gita proprio in Toscana, ma quell’anno mi sentivo particolarmente asociale e decisi di non andare.
Male. Molto male.
Firenze è bellissima, nonostante il tempo lo sia stato molto meno. Fortunatamente oltre a tanta pioggia c’è stato ogni tanto anche tanto sole.


Il nostro albergo si trovava vicino Palazzo Pitti, quindi per arrivarci siamo passati su Ponte Vecchio.


E in camera abbiamo trovato anche un bollitore con caffè e thè.


C’era un Il Papiro in ogni angolo.


Giuro che la prossima volta che andrò a Firenze salirò anche sulla cupola di Santa Maria del Fiore.


Il nostro approccio è stato “giriamo a caso” il 90% del tempo.


Le porzioni abbondanti di questo posto sono micidiali, ma fortunatamente anche molto buone.


La mattinata del secondo giorno per fortuna l’abbiamo passata agli Uffizi. Appena abbiamo raggiunto la galleria, si è scatenato un temporale tremendo.


La vista era bella quanto le opere d’arte della Galleria.


Da Piazzale Michelangelo si vede tutta Firenze. Volevo andarci al tramonto, ma abbiamo approfittato del sole per andarci prima che si scatenasse di nuovo il diluvio.


Abbiamo comunque visto un tramonto niente male che ha tinto di rosa il Duomo e il Campanile. Prima che piovesse di nuovo, costringendoci a rinchiuderci da IBS prima di cena.


Il nostro albergo aveva anche una terrazza molto bella dove l’estate è possibile farvi colazione o cenare. Noi siamo rimasti giusto il tempo di una foto perché il vento era gelido, ma la vista meritava tantissimo.

Villa Torlonia

Ho avuto modo di trascorrere, a inizio anno, qualche giorno a Roma, dove di solito mi fermo solo per il weekend.
Era da un po’ che volevo vedere Villa Torlonia, soprattutto a causa della Casina delle Civette (dove ahimé non ci sono civette vere, ma insomma, mi accontento), di cui adoro lo stile.
Quando ho scoperto che era a poche fermate di tram da casa di Davide, non ho avuto esitazioni.
Non vi annoio con le descrizioni prese da wikipedia, ma posso darvi qualche informazione utile: se vi piacciono i gatti, andateci. Tutto il parco è pieno di gatti, alcuni molto amichevoli e tutti molto grassi.

 photo _MG_9556_web_zpsa4a7a69e.jpg

 photo _MG_9557_web_zps7081faec.jpg

 photo _MG_9563_web_zps761232ab.jpg

 photo _MG_9579_web_zpse6b4c297.jpg

 photo _MG_9585_web_zps6533c938.jpg

 photo _MG_9562_web_zpsa84d5aec.jpg

 photo _MG_9586_web_zps88e15e3a.jpg

 photo _MG_9587_web_zpsad847bce.jpg

 photo _MG_9588_web_zpsa15ae559.jpg

 photo _MG_9597_web_zps5f1c40f7.jpg

 photo _MG_9600_web_zpsfd3219ea.jpg

 photo _MG_9604_web_zpsc0c25614.jpg

 photo _MG_9603_web_zps39c0d764.jpg

 photo _MG_9608_web_zps73cdfe3c.jpg

 photo _MG_9606_web_zps9b704ffb.jpg

 photo _MG_9614_web_zps72789157.jpg

 photo _MG_9623_web_zps8d69fdd2.jpg

 photo _MG_9626_web_zps2c0d82ae.jpg

 photo _MG_9633_web_zps7340b151.jpg

 photo _MG_9636_web_zps2545eda0.jpg

 photo _MG_9616_web_zps3bb73a5e.jpg

 photo _MG_9646_web_zps47533dee.jpg

VSCO cam

È passata una settimana da quando noi androidiani abbiamo finalmente potuto mettere mano su vsco cam.
E posso dire che tutto l’hype era assolutamente giustificato.
Il mio smartphone non lo regge molto bene, ma l’ho provato su un Galaxy S4 ed è magnifico.

Ma cos’è vsco cam?
Vsco cam è un app sviluppata da Visual Supply Co, famosi anche per i preset per ACR/LR.
Nell’app base ci sono diversi preset già installati, e se ne possono acquistare altri nello store (ce ne sono alcuni free), e si può deciderne l’intensità.
Quello che però mi piace di più è la possibilità di controllare esposizione, tinta, saturazione, crop, rotazione, temperatura, recupero alte luci, recupero ombre, sharpen, contrasto, grana, colore delle ombre, colore delle alte luci, fade e vignettatura grazie ad un menù intuitivo e minimale, cosa che la stragrande maggioranza delle app non ha. In ogni caso, se vi sembra TROPPO minimale, il Journal di vsco ha dei tutorial interessanti :)

Ogni utente può creare il proprio grid, ovvero una sorta di porfolio. Il mio è gioiadeantoniis.vsco.co.

Tutte le foto di questo post sono state scattate con un Samsung Galaxy W e modificate con vscocam.

Civitella Alfedena e dintorni – pt III

Eccoci arrivati all’ultimo post con le foto fatte in giro per il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Qui e qui trovate i precedenti post.

Abbiamo dedicato la mattinata dell’ultimo giorno ad una passeggiata alla Camosciara.

 photo _MG_7862_web_zpscd1e9aed.jpg

 photo _MG_7882_web_zps4685ba4b.jpg

 photo _MG_7888_web_zps93256b17.jpg

Read More →

Civitella Alfedena e dintorni – pt II

Prongs

Dopo aver esplorato per bene Civitella Alfedena, il giorno seguente ci siamo spostati verso il lago di Barrea. Avremmo voluto fare un giro a Barrea stessa, ma non abbiamo trovato parcheggio e quindi ci siamo limitati a cambiare itinerario.

 photo _MG_7619_web_zps60d6b50e.jpg

 photo _MG_7620_web_zps417a32cc.jpg

 photo _MG_7628_web_zps05b9dca1.jpg Read More →

Civitella Alfedena e dintorni – pt I

La fatidica domanda “che facciamo a Ferragosto?” quest’anno l’abbiamo posticipata fino all’ultimo. Alla fine la decisione last minute è stata quella di andare per qualche giorno in montagna, a Civitella Alfedena, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.
Ero già stata qualche anno fa da quelle parti, ma stavolta le foto che ho fatto mi hanno – stranamente – soddisfatta.
E quindi vi beccate le foto delle mie vacanze, in mancanza di altro.
Perlomeno non vi faccio rosicare con posti esotici e capitali d’oltreoceano :D

In giro per Villetta Barrea
 photo _MG_7431_web_zpsf60d4b46.jpg

 photo _MG_7432_web_zpsc6b1b2a2.jpg

 photo _MG_7441_web_zps9f4aba51.jpg

 photo _MG_7442_web_zpsbdb794b5.jpg

Read More →

Post Navigation